1994, per la prima volta Gardaland realizza un attrazione “pubblicitaria”. Grazie ad un accordo con la Mattel, Gardaland realizza il Padiglione Barbie, una tensostruttura rosa con all’interno numerose scene statiche e animate con protagonista la famosa Bambola americana.

Tale attrazione fu sostituita da il Torneo Medioevale e fu realizzata interamente da Claudio Mazzoli, art director del parco. L’ingresso a questa attrazione era a pagamento ed il prezzo era di 3.000 Lire.

All’interno erano presenti centinaia di Barbie e Ken in svariati contesti e con abiti che andavano dai classici sino ai più costosi e rari. Il Padiglione Barbie è rimasto nel parco per un paio di anni poi è stato tolto per lasciare spazio al Torneo Medioevale, mentre la tensostruttura fu ricolorata di verde e spostata nella nuova area inaugurata nel 1998 diventando il Convention Center. Uno sfondo ad una scena del padiglione Barbie, invece è stato portato ed è tuttora presente come sfondo fotografico al negozio “Foto d’Epoca” nel villaggio inglese.

Durante quel periodo la Mattel lanciò nel mercato una nuova Barbie: Barbie Gardaland, creata appositamente per il parco.

Comments are closed.