Dopo il nostro incontro col reparto marketing di Gardaland vi riassumiamo qualche info e curiosità .

LA MALEDIZIONE DELLO SCIAMANO. Una cosa ci ha sorpresi e ci ha fatto piacere. L’articolo e in particolare, l’immagine, che abbiamo fatto sulle “cosa che non sono andate bene” per Gardaland 2017, che con ironia, abbiamo intitolato “la maledizione dello sciamano”, è stato usato dal responsabile marketing nell’incontro di fine stagione con i dirigenti Merlin per presentare in modo efficace e conciso cìò che, palesemente, è andato storto nel 2017. A GardalandTribe fa molto piacere, soprattutto, perchè il tutto è stato letto nella giusta chiave ovvero la critica fatta per prendere spunto e migliorare e non come critica distruttiva per il resort gardesano.

Ma veniamo alle novità.

Quest’anno Gardaland lancerà novità per vari target…e nei prossimi anni dovrebbero arrivare novità non solo interne al parco…

PEPPA PIG LAND. Come sappiamo, a fianco dell’ingresso di Gardalanad, nell’ex area pic nic, sorgerà “Peppa pig land”, un mini mondo a tema dedicato a Peppa Pig e gli altri personaggi del famoso cartone animato.

Tre saranno le attrazioni dell’area a tema. Molti pensano che il personaggio sia in declino ma, in realtà, Peppa ha sempre un grande successo marketing ed è rilanciata dalla nuova serie tv.

L’area, secondo quanto si può vedere dal minisito, comprenderà una giostrina-mongolfiere che porta in alto i bimbi su colorate mongolfierine verso PeppaPig, delle barchette su acqua attorno ad un castelletto e un buffo trenino. Pare anche di vedere le famose pozzanghere, che potrebbero essere come le “colline salterine” di “Prezzemolo land”. Come ultima info ci sarà l’incontro coi personaggi e un possibile mini show.

Per ora si sta cercando una soluzione diversa per un’eventuale nuova area pic nic.

IL RESTYLING DE “I CORSARI”. L’attrazione non verrà snaturata ma potenziata e rivisitata. Potrebbe cambiare la storia, almneo in parte, e potrebbe cambiare, parzialmente, il nome. Rassicuriamo chi ha paura possa diventare interattiva…non si sparerà!

NUOVO FILM 4D La nuova stagione vedrà l’arrivo di un nuovo film 4d al “time voyagers”…un filmato da “botteghino”…quindi qualcosa dal mondo del cinema come è già successo in passato….noi un’idea ce l’abbiamo……

NUOVI SHOW 2018. Per quanto riguarda gli show ci aspettano nuovi show al palatenda e al Gardaland Theatre! Arriverà in estate un nuovo grande show serale in piazza Egitto, non al palablù purtroppo.

APERTURE SPECIALI ed EVENTI. Rimanendo nell’ambito “night is magic” ed eventi il parco conferma solamente il ripetersi di “notte bianca” e “halloween party” e dell’apertura “magic circus”. Quindi sono cancellati “compleanno del parco” e “alegria latina. La riduzione degli eventi permetterà al parco di creare poche cose ma fatte con molta più progettazione ed organizzazione. Ovviamente sono sempre confermati “night is magic”, “oktoberfest”, “magic halloween” e “magic winter”!

In totale ci saranno 10 giorni in più di apertura al pubblico….e si smentisce quanto scritto in certe pagine social…la chiusura del “night is magic” rimane alle 23. non alle 21!! Cambia solo la chiusura in settimana, quindi week end esclusi, in stagione normale che sarà alle 17.

ATTRAZIONI IN DUBBIO? Rimane attiva l’attrazione “ramses, il risveglio” mentre non si è ancora decisa la sorte di “Sequoia adventure” ormai ferma da mesi.

La nuova stagione dovrebbe vedere una rivalutazione dei giochini sparsi per il parco, per vincere peluches e pupazzi, poiché si è capito che non piacciono troppo…

Stop anche per nuove aperture del settore food.

ABBONAMENTI E BIGLIETTI. Si è parlato molto dei nuovi abbonamenti che hanno costi diversi, prevedono nuove soluzioni legate al target di Peppa pig e che vengono implementate con nuovi vantaggi per gli abbonati.

Il costo del biglietto normale dovrebbe seguire questo trend e, pensiamo noi, non subirà variazioni…ma è una nostra ipotesi.

Nuove informazioni e una più completa analisi del parco da parte del Corriere della Sera riguardanti il futuro del parco con il probabile campo da Golf

Tre utili consecutivi fanno una prova: dopo anni di crisi Prezzemolo è tornato a sorridere e può dormire sonni tranquilli. Chissà, in futuro la celebre mascotte potrebbe anche dilettarsi sul green. Gardaland, parco divertimenti di Castelnuovo del Garda, provincia di Verona, continua a correre e sia fatturato che utile sono in crescita. Non solo: la Merlin, società che controlla il parco divertimenti, studia un campo da golf a 18 buche da realizzarsi nel Parco Naturale del Lago. Per arrivare ai conti in utile, dopo le perdite accumulate un lustro fa, per Gardaland è stata necessaria una cura da cavallo: tagli al personale, tagli ai costi, taglio al fatturato e un forte rinnovamento delle attrazioni e più in generale del parco. Gli inglesi della Merlin entertainment, giro d’affari globale di 1.3 miliardi di sterline, hanno depositato il bilancio 2015 del parco: il fatturato cresce da 106 a 116 milioni (erano 120 nel 2011), l’utile vola da 18.9 a 25.4 milioni.

Dalla crisi al golf club con vista Raptor

Nota bene: il pesante piano di rinnovamento aveva fatto chiudere il 2010 con una perdita di 144 milioni, il rosso era di 60 milioni nel 2011 e dal 2013 a oggi i conti sono tornati in attivo. Gardaland è, per fatturato, il parco di divertimenti di maggior rilievo nazionale a cui seguono, in ordine di consistenza dei ricavi, Mirabilandia e Rainbow Magicland, il nuovo parco inaugurato nel 2011 a Valmontone, in provincia di Roma. Novità in vista: per Gardaland, 1.500 addetti complessivi e quasi tutti stagionali, sono previsti nuovi investimenti nel resort. E poi, ci sarebbe il sogno di un golf club con mascotte Prezzemolo. Come riferito dal Corriere della Sera, sarebbero in corso di valutazione dal Comune di Castelnuovo del Garda le richieste della Merlin e dei soci della controllata Ronchi del Garda (tutti imprenditori locali di Brescia e Verona tra cui le famiglie Allegri, Arvedi, Battistoni, Soldo, Lodici, Peres) di creare un golf club attiguo al parco divertimenti di Gardaland nell’area del Parco naturale del Lago in località Ronchi, sempre a Castelnuovo e di proprietà del Comune. Tutto nell’ambito delle lottizzazioni che il Comune valuta e che «soffocano» il Parco Naturale stesso. Gli investimenti si aggirerebbero sui 30 milioni di euro per un’area da 43 ettari strettamente collegata a Gardaland.

 Il parco «soffocato» dalle nuove lottizzazioni

Il parco è composto da 400 mila metri quadrati di terreni che si estendono per un paio di chilometri dalla strada gardesana, (all’altezza dell’ospedale Pederzoli), fino alla riva del lago. Terreni nella quasi totalità ceduti al Comune dalle varie società proprietarie, che hanno ricevuto in cambio la destinazione edificatoria di altri 50 ettari (ma forse molti più), di nuove lottizzazioni turistico ricettive. L’area Parco, infatti, è circondata da campeggi, per i quali sono previsti ampliamenti con nuove strutture ricettive, ma vi sono previsti anche nuovi alberghi, residence appartamenti e pure un parcheggio camper. Una quindicina in tutto le lottizzazioni inserite nel Piano degli interventi comunale e che «soffocherebbero il polmone» con una enorme quantità di nuove costruzioni: intorno ai 160 mila metri cubi. Un’operazione di portata finanziaria che potrebbe essere stimata sui 30-40 milioni di euro, frutto di accordi urbanistici pubblico- privati. In ballo ci sono anche perequazioni per circa 3,5 milioni per il Comune. La giunta di Castelnuovo (area centrosinistra), in aprile, ha approvato lo studio di fattibilità per il nuovo golf che ricoprirebbe praticamente tutta l’area destinata al Parco Naturale. Nella scheda di inquadramento territoriale della relazione è riportato anche il passaggio: «La vicinanza con il parco tematico Gardaland è una grande opportunità, poiché in tutto il mondo si sono costruiti golf all’interno dei parchi, come a Disney World (Florida) dove ve ne sono quattro». Il Comune per realizzare il parco prevede una spesa di 1 milione 800 mila euro. Un piano iniziato nel 2004, con alcune di queste lottizzazioni già in corso d’opera.

Gardaland presenta attrazioni di ogni tipo; dai roller coaster ai water ride, dai walk through alle dark ride. Ma la domanda di molti e di molte è: e per i bimbi piccoli?

Con questo articolo vogliamo dare dei consigli a mamme, papà, zii, nonni e cugini che vorrebbero portare il proprio bimbo piccolo a Gardaland, magari per la prima volta.

La prima informazione è proprio che anche i bambini sotto i 4 anni possono divertirsi nel parco gardesano con tante attrazioni che andiamo ad esplorare assieme!

Le attrazioni per loro sono varie e, per la maggior parte dei casi, è richiesta la presenza di un genitore accanto al figlio (questo in base ad età ed altezza).

Andiamo con ordine.Partiamo dalla prima area che si incontra entrando nel parco.

Area medievale Camelot

DSC_0181Dal 2014 il parco ha introdotto “Prezzemolo land”, una mini area dedicata ai più piccoli contenente un castello-acquatico, dove i bimbi si possono scatenare in costume da bagno, e una zona tra scivoli, altalene e altri giochi scenografati come delle grandi invenzioni di un Prezzemolo leonardesco! In questa zona i bimbi, accompagnati dai genitori, sono liberi di esplorare e scoprire un mondo colorato e dedicato esclusivamente a loro…fino alle “colline salterine” sulle quali i tuoi figli si scateneranno con pazzi salti! Ovviamente vi è anche il punto ristoro dedicato alle merende dei piccoli “inventori”.

giostra-cavalliMa l’area “Camelot” offre altre attrazioni per i più piccoli. “TransGardaland Express”, il classico treno che fa il giro della prima parte del parco e che attraversa la magica “galleria della fantasia” può essere una nuova bella esperienza come lo è anche un giro sulla fantastica “Giostra cavalli”.

Dal 2015 un’altra mini-area per i più piccoli è nata: “Prezzemolo magic village”. La zona, che si affaccia su un villaggio di elfi, è circondata da sabbia con secchielli e palette, altalene, scivoli e giochi con molle. In questo mini mondo il bimbo può giocare tranquillamente.

Fantasy Kingdom

Il villaggio di elfi e buffi personaggi sono la scenografia di un piccolo e colorato trenino chiamato “Funny express”, perfetto per bambine e bambini piccoli!

Questa attrazione fa parte del grande mondo fumettoso del parco: “Fantasy kingdom”.

DSC_0185Il grande “Albero di Prezzemolo” si staglia al centro dell’area dedicata ai più piccoli e a chi resta sempre un po’ bambino. Oltre alla visita nella casa-albero di Prezzemolo”(attenzione a non entrare nella “Magic House” attrazione non adatta ai figli piccoli), si può salire su buffi trattori di “Do re mi Farm” ed affrontare un viaggio nella fattoria più fumettosa e pazza che ci sia!

Abbandonate mucche e maialini canterini ci si può lanciare all’ingresso del grande e rosso Hangar dal quale prendere il volo sulla monorotaia “Volaplano” a bordo di simpatici aeroplanini che percorrono tutto il perimetro dell’area, sfiorando le torte giganti, i buffi peluches giganti fin dentro il grande fienile! Finito questo volo se ne può affrontare un secondo a bordo di una piccola giostrina chiamata “Baby pilota”, sorella di “Baby corsaro”, “Baby Canoe” e “Baby Cavalli”, piccole avventure coi personaggi di Gardaland. Ma non è finita. “Fantasy kingdom” offre altre magie per i più piccoli. “Saltomatto”, un mini “Space vertigo”, la via degli alberi parlanti, la piazza delle fontane danzanti, lo show nel “Teatro delle marionette” ed anche un servizio molto utile, la nursery per cambiare il tuo piccolo.

Altre attrazioni nel parco.

Già sono molte le attrazioni accessibili anche ai piccoli visitatori ma non finisce qua!

PREZZEMOLO-CONell’attraversare il parco ci saranno occasioni di trovare il padrone di casa Prezzemolo che si farà fotografare coi suoi baby fans!

Altri show sono creati per i piccolini. Solitamente, nel periodo estivo, è rappresentato uno show con le mascotte del parco nell’arena hawaii.

Un volo tranquillo ma, forse, che necessita un po’ di coraggio, si può affrontare su “Flying island”, piattaforma che raggiunge i 50 metri d’altezza per poter vedere tutto il mondo di Gardaland dal cielo!

Se i requisiti richiesti lo permettono si possono affrontare le avventure de “l’era glaciale e di Scrat” nel cinema 4D di Gardaland.

Area finale e Kung fu panda academy

DSC_0737La parte finale del parco riserva altre sorprese con piccole giostre come “Peter pan”, con veloci vascelli si ruota attorno al vascello di Capitan hook che lotta con Peter Pan, e “Super baby”, una piccola giostra con buffi animaletti, un panoramico giro su “Monorotaia” che viaggia tra i mondi della seconda parte di Gardaland. Un grande giardino con frutta e verdura fumettose fa da cornice alla piccola montagna russa “Ortobruco tour”.

presentazione-kung-fu-panda-9Da maggio 2016 il parco propone, nella stessa zona appena descritta, il mondo di Kung fu panda. “Kung fu Panda Academy”, una mini land contenente attrazioni, show, animazione e percorsi immersi nel tema cinese del buffo panda Po e dei suoi allenamenti nella “Kung fu panda academy”! Si potrà affrontare il percorso di allenamento sulla montagna russa per famiglie “Kung fu Panda Master”, incontrare Po nell’arena show e ritrovarsi all’interno di coppe di spaghetti cinesi ruotanti, di Mr.Ping, nella nuova versione delle storiche tazze.

 

Aperture speciali.

12162808_912478705496987_563412296_oOgni periodo dell’anno è adatto a far scoprire il mondo di Gardaland al tuo piccolino. L’inizio stagione prevede eventi divertenti come “Magic circus” o il giorno dedicato ai Cosplay travestiti come i personaggi del famosi cartoon.

L’estate introduce “night is magic” con le atmosfere notturne con giochi di luce e show. Sicuramente anche “Magic halloween” e, soprattutto, “Magic winter” sono speciali anche per i bimbi.

Il mese di Ottobre prevede scenografie legate al mondo di Halloween ma nulla di terrificante. Ci sono allestimenti e show dedicati anche ai più piccoli tra buffe zucche e streghette simpatiche.

20151205_105603Nel periodo invernale i tuoi figli potranno giocare un un playground sulla neve, affrontare discese “innevate”, pattinare sul ghiaccio e, soprattutto, scoprire le canzoni di Natale e incontrare il “vero” Babbo Natale, immersi negli allestimenti delle feste invernali!

 

 

hotel
Hotel e Acquario!

Anche gli Hotel del parco sono consoni all’ospitare i bimbi! Il grande “Gardaland Hotel” prevede stanze a tema dedicate ai più piccoli immersi nel mondo di Prezzemolo, in un castello delle principesse, nei ghiacci dell’era glaciale o nel tecnologico mondo di Oblivion. Ma non finisce qui. Tanti momenti di animazione all’interno della struttura con animatori e mascotte del parco.

Stanza wild west adventure

Stanza wild west adventur

Il nuovo “Gardaland Adventure Hotel”, da giugno 2016, è completamente tematizzato coi temi principali del parco (far west, giungla, polo nord e magico oriente) fino al ristorante a tema egizio. Le stanze sono pensate proprio per le famiglie e anche qui ci saranno animazioni dedicata ai più piccoli.

I due hotel sono collegati tra logo dalla zona piscina “Blue lagoon” che, nel periodo estivo, allieterà le calde ore di chi soggiorna presso gli hotel del Gardaland resort.

IMG-20150706-WA0020“Sea life aquarium” è il grande acquario a tema di Gardaland. In ambiente completamente scenografato, il tuo bimbo potrà scoprire i pesci di laghi, fiumi, mari e oceani. Un’esperienza che piacerà davvero ai bambini di tutte le età. Si attraverserà anche il tunnel oceanico, sembrando di essere sotto l’oceano immersi tra razze e squali! Anche in questa struttura sono previsti momenti di animazione e didattici dove poter conoscere e toccare alcune specie dei nostri mari!

Conclusioni e consigli.

 

Come essere certi di tutto ciò che vi ho appena descritto? Basta far affidamento al personale del parco e, soprattutto, consultare sempre le limitazioni dal sito del parco e-o all’ingresso di ogni attrazione!

aaaa

Sicuramente anche altre attrazioni potrebbero essere adatte ai bimbi un po’ più grandi (jungle rapids, mammut, ramses, i corsari…) ma dipende dal carattere, dall’altezza e dall’indole dei tuoi piccoli esploratori!

Spero, di cuore, che questo breve articolo sia utile a tanti genitori per chiarirsi le idee e rispondere positivamente alla fatidica domanda “posso portare a Gardaland il mio bimbo piccolo?”!