Torna Gardaland Magic Halloween, dal 7 ottobre per tutti i fine settimana fino al ponte di Ognissanti.

Nella giornata di inaugurazione, sabato 7 ottobre, prezzo speciale d’ingresso a 15 euro per chi si traveste da mostro.

Nelle giornate del 7 e 8, 14 e 15, 21 e 22 ottobre e per il lungo week end dal 28 ottobre al 1 novembre, il Parco si trasformeràle vie di Gardaland saranno infatti decorate con scenografie che richiamano i simboli di questa ricorrenza che è ormai divenuta occasione di scherzi e divertimento per piccoli e giovani adulti: dai covoni di fieno alle ragnatele giganti passando per un tetro cimitero sarà come essere immersi in un vero film dell’horror ma in versione spiritosa!

E per vivere al meglio l’atmosfera di Gardaland Magic Halloween, per tutta la durata dell’eventogli Ospiti del Parco saranno invitati a dare sfogo alla propria creatività realizzando spaventosi look… streghe, vampiri e zombie. Insomma, non c’è limite alla fantasia per trascorrere sorprendenti giornate di divertimento!

Imperdibile, come ogni anno, l’importante appuntamento del 31 ottobre: Halloween Partyuna festa da urlo che, dalle 19.00 alle 24.00, animerà piazza Valle dei Re e chiamerà a raccolta fantasmi, fattucchiere, vampiri, scheletri e altre incredibili creature di Halloween che, tutti insieme, danzeranno nella travolgente notte di Gardaland.

Durante tutti i weekend di Gardaland Magic Halloween il Parco proporràin chiave completamente rinnovatanumerosi spettacoli da brivido!

Ad accogliere gli Ospiti all’ingresso del Parco ci saràPrezzemolo; la mascotte del Parco, accompagnato dstreghe e zucche colorate, darà il benvenuto e darà inizio alla giornata. Ma attenzione… stravaganti zombie si aggireranno alle spalle degli Ospiti ma niente paura, vorranno solo posare per una foto ricordo!

Kevin Huescauno straordinario ventriloquo di fama internazionale, attenderà gli Ospiti a Gardaland Theatre con lo spettacolo A casa di Vlad per festeggiare in compagnia di vampiri e uomini lupo. Protagonisti? Comicità, ritmo, colori e fantastici balletti! 

Al Palatenda, invece, si assisterà ad un surreale funerale del circo: fantasmi e personaggi felliniani, numeri acrobatici mozzafiato e tanto divertimento saranno gli ingredienti dello spettacolo da brivido “MagicHalloween Circus”! 

Il Teatro della Fantasia si tingerà per l’occasione di toni scuri: il mimo-clown Pass Passuno degli artisti più amati dal pubblico di Gardalandaccompagnerà gli Ospiti alla scoperta di uno strano e originale Halloween nel quale tutte le paure si trasformeranno in allegria e risate. Sarà difficile dire no al suo “… venghino, signori, venghino!”

Fantasmagorico

In Area West farà il suo arrivo Doctor Medicine, uno strampalato imbonitore che cercherà di propinare per pochi dollari il suo improbabile “elisir miracoloso” in grado di far ricrescere i capelli, curare la gotta e il mal di schiena e donare una incredibile forza. Intorno a lui scatenati balletti, incredibili magie, colpi di scena ed uno scoppiettante finale a sorpresa!

Il Galeone dei Corsari sarà “infestato” da malefiche creature degli abissi; la battaglia tra il bene e il male avrà inizio tra balletti vorticosi, numeri di acrobazia e duelli all’ultima lama! 

Piazza Souk sarà animata da un colorato spettacolo con il Sultano e il malefico Gran Visir; tra i due avrà inizio una lotta… Chi la spunterà? Sarà uno spettacolo ricco di meraviglie che terrà tutti con il fiato sospeso fino alla fine! In soccorso del Sultano arriveranno Prezzemolo, Aurora e TI-GEY che, presso l’Arena Hawaii, daranno “filo da torcere” al Gran Visir.

E perché non vivere un Halloween… sottomarino? Anche Gardaland SEA LIFE Aquarium sarà addobbato e arricchito con scenografie e ambientazioni a temaSi potrà ammirare il minaccioso Squalo Chitarra che si aggira nella vista oceanica scoprire anche la nuova area dedicata alla Foresta Amazzonica oppure, ancora, lasciarsi sorprendere dalle altre specie marine che popolano l’Acquario. Ma attenzione perché gli Ospiti potranno incontrare anche scheletri e mostri

In più, nelle giornate di ottobre di Gardaland Magic Halloween, alle 13.00 e alle 17.00, presso la sala cinema dell’Acquario, si terrà un divertente gioco per far conoscere le creature più mostruose e strane che popolano gli ambienti marini.

Nel mese di ottobre Gardaland SEA LIFE Aquarium resterà aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00 salvo il 31 ottobre, quando l’apertura sarà prolungata fino alle 21:00.

Per chi desidera continuare a vivere le emozioni di Halloween anche durante la notte, Gardaland Hotel e Gardaland Adventure Hotel propongono pacchetti speciali appositamente pensati per trascorrere un divertente weekend da paura. 

Per soggiorni fino al 29 ottobre Gardaland Hotel propone un’offerta che prevede il pernottamento in una camera standard double + sofà bed (occupazione massima della camera 2 adulti + 1 bambino fino a 11 anni compiuti) alla tariffa di € 107,00 a persona per notte per gli adulti e di € 54.00 per notte per bambini da 3 a 11 anni; l’offerta include Gardaland Hotel con prima colazione, Parco e Acquario, drink di benvenuto all’arrivo (minimo 2 persone, bambini da 0 a 2 anni gratuiti). 

Durante Gardaland Magic Halloween, Gardaland Hotel si trasformerà e sarà pronto ad accogliere gli Ospiti con orripilanti e scherzosi addobbi. Scegliendo l’allestimento “Scary Welcome” – al costo aggiuntivo di € 59.00 per camera e disponibile su tutte le tipologie di camera Classic (Standard, Junior Suite, Suite) – si darà il benvenuto all’insegna della tradizione di Halloween con palloncini, decorazioni, bon bon e un accessorio a sorpresa per potersi immergere nelle paurose e divertenti atmosfere della festa dei mostri

E’ previsto inoltre anche il pacchetto Gardaland Magic Halloween che prevede cena (bevande escluse), minibar, biglietto di ingresso al Parco e gadget per vivere tutta l’esperienza Gardaland. Info e prenotazioni online. Prezzo a partire da € 308,00 per camera a notte (minimo 2 persone). Per info e prenotazioni online www.gardalandhotel.it

Presso Gardaland Adventure Hotel si potrà soggiornare – fino al 29 ottobre – ad una tariffa davvero interessante che comprende pernottamento e prima colazione in camera a tema, ingresso al Parco e a Gardaland SEA LIFE Aquarium a € 117,00 a persona per notte (minimo 3 persone, bambini da 0 a 2 anni gratuiti), drink di benvenuto all’arrivo. Info e prenotazioni onlinwww.gardalandadventurehotel.it

Durante Gardaland Magic Halloween, il Parco sarà aperto dalle 10.00 alle 18.00, fatta eccezione per il 31 ottobre nel quale la serata terminerà alle 24.00.

Swww.gardaland.it tantissime offerte per acquistare le soluzioni migliori per ogni tipo di esigenza; ad esempio è possibile scaricare il coupon da presentare allcasse del Parco per acquistare un biglietto di ingresso al prezzo scontato di 34,50 €. Sono inoltre disponibili convenientissimi biglietti famiglia per nuclei di 3, 4 e 5 persone con bambini di età inferiore ai 10 anni. 

Il direttore show di Gardaland, Antonio Giarola, ci ha permesso di fotografare la sua creazione “Perla d’oriente”, show 2017 del Gardaland Theatre.

Per dare il giusto valore alle foto e allo show abbiamo deciso di pubblicarle in due parti. Oggi vi proponiamo la seconda parte.

Speriamo vi possano piacere le seguenti immagini, fatte per far risaltare al massimo lo show , gli artisti e i colori di “Perla d’oriente”.

Ancora grazia ad Antonio Giarola e buona visione.

SCOPRI LA PRIMA PARTE DELLE FOTO CLICCANDO QUI

Gardalandtribe ha realizzato un nuovo video che unisce scenografia, effetti, video e musica per presentare il roller coaster con la realtà virtuale di Gardaland ovvero Shaman!

Buona visione!!!!

 

Gardaland ci fornisce il palinsesto show per Night is magic e notte bianca. Come ogni anno il palinsesto show si arricchisce nel periodo “notturno”. Le aree con nuove rappresentazioni sono RIO BRAVO e  ARENA HAWAII.

Presso RIO BRAVO, in particolare davanti alla nuova “banca”  si terrà lo show “ASSALTO ALLA BANCA”, un comico assalto alla banca tra balli e musica! Lo show avrà i seguenti orari: 14.45 e 17.30

ARENA HAWAII ospiterà lo show “TUTTI IN VACANZA!” che verrà rappresentato alle ore 18.00.

Staremo a vedere quando ci verranno fornite info in merito allo show che SI DOVREBBE TENERE AL PALABLU.

Durante la notte bianca gli eventi speciali prevedonoi DJ set di Zeno DJ, Ya Ya, Max Maddy e Pizza e la special guest NESLI. A mezzanotte lo show dei fuochi artificiali. successivamente l’ultimo DJ set con Ylenia e Mitch.

Sono di famiglia pugliese. Per noi la cucina è sempre stata molto importante”. A parlare è Dario Stragapede, pugliese doc, nonché executive chef del Gardaland Hotel Resort.

In questa intervista concessa a Bergamosera, racconta i segreti del suo modo di cucinare e dei ristoranti che gestisce, negli alberghi del celebre parco di divertimenti del Garda. Fra le novità più recenti, insieme al bistrot in stile egizio dell’Adventure Hotel denominato Tutankhamon, è nato un nuovo progetto: il Matka.

 

Si tratta di un ristorante gourmet da una quarantina di coperti nel quale poter gustare piatti di alto livello studiati e preparati da chef Stragapede.

Chef, ci racconta da dove arriva la sua passione per la cucina?E’ nata quando ero piccolo. Ho iniziato seguendo mia nonna, prima imparando la pasticceria e poi la cucina vera e propria. Quando poi ho deciso di farne il mio lavoro, inizialmente i miei genitori mi hanno un po’ contrastato ma io ho seguito il mio istinto e sono andato avanti. Le prime esperienze lavorative le ho avute molto presto: il mio primo ingresso in una cucina è stato intorno ai 12-13 anni. Era il ristorante del papà di un amico, ed ho cominciato lavando i piatti.

E poi?
Dopodiché mi sono iscritto alla scuola alberghiera di Castellana Grotte, una delle prime del sud Italia, e contemporaneamente lavoravo la sera: sono stato in una nota pasticceria barese, in una pescheria, in una panetteria e anche in una macelleria. Questo mi ha permesso di specializzarmi in tutti i reparti che compongono la cucina.

 

Quando è entrato per la prima volta in una cucina dalla porta principale, cioè come cuoco?
Subito dopo il servizio militare, finita la scuola. Ho lavorato in diverse cucine importanti in Italia, come quella dell’hotel Sheraton, per poi approdare a Gardaland. Qui sono arrivato nel 2004 e sono rimasto fino

al 2010, quando me ne sono andato a malincuore a causa di contrasti familiari: mia moglie è sarda e aveva nostalgia della sua regione, quindi ci siamo trasferiti lì. In Sardegna ho lavorato come chef all’Antas Resort ed ho partecipato all’avviamento di diversi ristoranti ottenendo ottimi risultati. Poi c’è stato il ritorno nel nord Italia, quando sono diventato personal chef di una famiglia di industriali mantovana: in quel periodo, per esigenze dei miei datori di lavoro, mi sono specializzato nella cucina sana ed in particolare nelle cotture a basse temperature o sottovuoto.

E poi c’è stato il ritorno a Gardaland…
Esatto, è successo nel 2013 quando il direttore mi ha chiamato per sfidarmi a rimettermi in gioco. Ho iniziato, insieme alla mia squadra, a rivoluzionare la ristorazione del Gardaland Hotel. Per esempio abbiamo eliminato completamente il surgelato ed introdotto il croissant fatto a mano da noi. Ogni giorno una persona lavora 8-10 ore per preparare dai 1.200 ai 1.800 croissant per i nostri ospiti, che gradiscono molto.

Lo scorso dicembre è partita la fase di test, diciamo così, e dal marzo di quest’anno invece c’è stato l’avvio vero e proprio. Matka è nato come un sogno personale, partendo dal presupposto che i bambini sono i miei primi ospiti. Però spesso, e lo dico per esperienza personale, nei ristoranti gourmet i bambini non sono molto ben visti, perché sono chiassosi o si muovono per il locale, facendo sentire a disagio anche il resto della famiglia. Io invece ho voluto creare un family gourmet, con cucina di qualità e ricercata, ma dove i bambini siano assolutamente i benvenuti. In questo modo ho notato che anche i più piccoli, pur avendo una certa “libertà d’azione”, si comportano in maniera molto composta a tavola.

Quali sono le proposte culinarie del Matka?
Proponiamo una “carte” gourmet classica per gli adulti ed una dedicata ai bambini. Abbiamo poi creato due percorsi degustativi che deviano da quelli solitamente proposti, azzardando un po’. Si chiamano “Maa” e “Meri” che in finlandese significano terra e mare. Sono due percorsi sensoriali legati al nome del ristorante (Matka in finlandese significa viaggio), che hanno l’obbiettivo di portare l’ospite a fare un’esperienza diversa da quella del classico gourmet, trasmettendo emozione.

Quali sono le particolarità dei due percorsi?
Maa e Meri sono due percorsi degustativi che abbinano piatto e calice di vino a un prezzo abbordabile, 85 euro. Il piatto è composto da quattro portate: antipasto, primo, secondo e dessert, e la vera particolarità è rappresentata dalla sublimazione composta da vapori aromatici che creiamo usando il ghiaccio secco. In sostanza produciamo infusi aromatici abbinati ai piatti, che poi portiamo in tavola contenuti in un’ampolla nella quale viene inserita la pasticca di ghiaccio secco: l’effetto è una cascata di vapore che finisce sul piatto preparando il palato ad una migliore degustazione.

Ci racconta un piatto tra quelli che servite e con quale vino lo abbinerebbe?
Mi sento di consigliare i tagliolini affumicati con granchio reale, vongole veraci ed astice, mantecati a freddo con olio di olive coratine ed abbinati ad una burrata campana. Io consiglio di accompagnare questo piatto molto delicato con un calice di Fiano di Avellino, un vino anzitutto accessibile dal punto di vista del prezzo. E’ un vino dal sapore molto fruttato, con un sentore di pesca bianca, semplice ma allo stesso tempo strutturato al naso.

All’interno del Gardaland Adventure Hotel c’è il ristorante Tutankhamon, ce lo descrive?
Si tratta di un ristorante a la carte, in stile bistrot, che propone pasti veloci senza trascurare la qualità. Per esempio nel nostro menù c’è la pizza a lievitazione naturale con lievito prodotto da noi: l’impasto è realizzato con farine biologiche per garantire la massima qualità. Come condimenti usiamo il pomodoro San Marzano e mozzarella fior di latte pugliese o bufala ciociara, la classica zizzona. Tutto questo ad un prezzo accessibile a tutti.

Fonte: Bergamo Sera.

Gardaland vola. Un po’ come i suoi visitatori, a bordo delle attrazioni più adrenaliniche. Il parco divertimenti di Castelnuovo del Garda chiude il bilancio 2016 con un aumento degli incassi del +5,7%: da 116,27 il balzo è stato fino ai 122,87 milioni.

Il presidente del cda, Aldo Maria Vigevani, si è detto soddisfatto: «L’aumento dei ricavi è stato generato prevalentemente dall’area parco, che ha beneficiato di un rinnovato trend di crescita nel settore turistico e dagli ottimi risultati ottenuti dal settore Food&Beverage».

Complici del successo anche le novità degli ultimi 12 mesi, come l’inaugurazione dell’Adventure Hotel del giugno scorso, l’hotel composto da 100 camere a tema per un totale di 15 mila metri quadri, e l’evento natalizio Gardaland Magic Winter che ha aperto le principali attrazioni del parco ricontestualizzandole nella neve. Senza contare che le attività del parco si sviluppano per tutto l’arco della giornata. O come Shaman, testato nientemeno che dal pilota di MotoGp, Iannone.

La società controllata dal gruppo britannico Merlin Entertainments conta un patrimonio di 104 milioni di euro, al netto dei 22,7 milioni di utile ricavato nel corso del 2016.

«Dopo un 2016 ricco di soddisfazioni in termini di redditività, la società prevede per il 2017 un miglioramento dei risultati anche per effetto degli ingenti investimenti profusi per migliorare il resort e in particolare per arricchire e modernizzare alcune attrazione del parco» ammette Vigevani. E già il 2017 ha visto l’apertura di Shaman, la montagna russa con realtà virtuale collaudata dal pilota di MotoGp Andrea Iannone, e del Gardaland Aquarium con i piranha vegetariani.

Un altro obiettivo per il prossimo futuro è migliorare il mix delle presenze italiane e straniere, incrementando la presenza di Gardaland su mercati internazionali individuati. Anche la mossa di mappare tutto il Parco su Street View di Google Maps è un buon espediente di marketing che permette a milioni di utenti di tutto il mondo di lasciarsi attrarre dall’atmosfera fantasmagorica del parco e programmare in anticipo il percorso della propria visita, attrazione per attrazione.

Fonte: Giornale di Brescia

Perla D’Oriente è il nuovo show presentato all’interno del, sempre maestoso, Gardaland Theatre. Appena varcate le porte d’ingresso del teatro si comincia già a respirare un aria orientale con alcuni decori a tema, posizionati nel foyer e, vicino alle scale che portano alla sala regia, è appeso un dragone tipico delle parate orientali.

Il Theatre, all’interno si presenta nella sua forma più semplice, nessun decoro sul palco tranne un evocativo riempimento dei due spazi a bordo palco utilizzati da “Rebellion” per nascondere le finte piante gonfiabili. In questo caso è stato creato una specie di laghetto (finto) con ninfee e lanterne galleggianti. Diciamo sin da subito che siamo entrati con un po’ di timore nell’assistere a questo nuovo show in quanto, con il cambio completo di regia e del cast artistico e con la paura di un “Rebellion 2 in salsa orientale” eravamo di fronte ad un grande punto interrogativo, con in fondo però la speranza di assistere ad un grande spettacolo, un po’ rincuorati anche dalla visione, qualche ora prima, di Romeo le Formidable (a cui dedicheremo la nostra recensione nei prossimi giorni).  Abbiamo da subito notato come il teatro sia stato “ripulito” nel suo impianto illuminoscenic; meno luci presenti, spariti i proiettori videomapping (tranne quello centrale) e questo ci ha sorpreso e vi anticipiamo già che tutto ciò che è stato “tolto” dagli spettacoli precedenti, dona grande forza a Perla D’Oriente.

SCOPRI LE NOSTRE FOTO DELLO SHOW:  PRIMA PARTE    SECONDA PARTE

Durante l’attesa d’inizio show, il sempre mitico Pas Pas allieta il pubblico con le sue gag, ma è proprio quando comincia lo spettacolo che c’è il primo grande cambiamento. Il comico Pas Pas diventa parte attiva della storia e non ha più solo il ruolo d’intrattenitore pre-spettacolo. E’ proprio lui a raccogliere la grande perla luminosa per consegnarla alla regina e sarà proprio Pas Pas a permettere alla Perla di aprire uno scrigno dal quale uscirà un dragone che ci porterà nell’atmosfera e nelle meraviglie del mondo antico orientale.

In questa prima parte torna il videomapping ma il suo utilizzo è funzionale all’introduzione e ottimamente inserito nel contesto e non utilizzato come semplice orpello grafico per creare stupore. Guardando lo spettacolo si nota subito una mancanza: la trama non esiste, o meglio, la trama non è raccontata. Starà a noi costruirla e interpretarla in base alle emozioni che gli artisti sapranno darci; nessuna voce narrante ci guiderà lungo i 25 minuti di spettacolo, solo musiche, luci e tante, tante meraviglie.

Una volta che lo scrigno viene aperto e il drago liberato si viene subito trasportati nell’antico oriente attraverso l’ingresso sul palco di Gheishe con grandi ventagli che danzeranno mentre una lunga processione scende dalle tre scale del teatro dirigendosi verso il palcoscenico con delle grandi lanterne luminose. Si nota sin da subito la qualità e la cura per ogni abito che è stato realizzato appositamente per questo spettacolo. Da qui in avanti è un continuo caleidoscopio di emozioni e divertimento grazie ad un susseguirsi di numeri circensi e balletti che non cercano di meravigliare lo spettatore con magie o strani macchinari fantascientifici ma semplicemente riportano lo show nella sua essenza più pura: l’abilità e l’impegno degli artisti circensi a favore del coinvolgimento del pubblico con atmosfere non claustrofobiche bensì di “festa”.

Ecco quindi alternarsi artisti che propongono numeri di equilibrismo con vasi ming, di giocoleria con cappelli di paglia, danze con nastri e molto altro ancora. A questi numeri si alternano sequenze di intermezzo davvero piacevoli come l’ingresso in scena di un “Cane/Dragone” che seguirà il suo padrone che regge una palla in mano, per giocare assieme a lui, oppure un suggestivo passo a due, dove la ballerina verrà sollevata attraverso un imbracatura, per permettere delle movenze ispirate a film come “La foresta dei Pugnali Volanti”.
Proprio da questo balletto si capisce come con questo show, ogni elemento in scena è funzionale a ciò che gli autori ci vogliono raccontare senza voler esagerare e questo permette di mantenere una grande coerenza dall’inizio alla fine, lasciando la voglia di tornare a vederlo nuovamente.

Con le dovute proporzioni, in alcuni frangenti lo spettacolo ci ha portato alla mente Cirque du Soleil e questo è un grandissimo punto a favore per Perla D’Oriente.

In Conclusione, a nostro avviso, questo Show 2017 del Gardaland Theatre è un gradito ritorno alle origini degli spettacoli, che si sposano alla perfezione con i Parchi Divertimento ed è un reset completo di quanto eravamo abituati a vedere ma che forma delle basi molto solide per gli spettacoli futuri.

Perla D’oriente è un meraviglioso viaggio nella suggestiva cultura orientale, fatto di stupore e tante emozioni, in grado di meravigliare lo spettatore e lasciando la voglia di scoprire di più su questo popolo così lontano da noi.

Una tappa obbligatoria, quindi, durante la visita al parco

Fonte foto show: Proeventi

 

Iniziata la stagione 2017 dopo il successo di quella 2016, Gardaland guarda al futuro, e se una delle novità per il 2018 sarà la collaborazione con Il Vittoriale per portare una piccola mostra permanente dedicata a Gabriele D’Annunzio all’interno del parco, per il 2019 è previsto un Villaggio Turistico sulle rive del Lago adiacente al parco divertimenti. Non si sanno ancora i dettagli o come sarà realizzato ma dalle poche parole dell’amministratore delegato Aldo Maria Vigevani crediamo possa essere una sorta di Disney Village o, in questo caso di Gardaland Village.

In futuro, anche se non per il 2019, è previsto anche un terzo Hotel, ma bisognerà aspettare un pò più a lungo.

Ecco un interessante articolo legato al recente successo del parco, del suo futuro e dell’aumento dei visitatori e i mercati che cerca di attrarre.

 

Archiviato il 2016 con un incremento del 3 per cento negli arrivi (oltre 3 milioni in totale), Gardaland dà il via al suo 42esimo anno di attività con alcune novità di prodotto e una promessa: l’apertura, nel 2019, del primo villaggio turistico collegato con il parco.

L’annuncio è stato dato dall’amministratore delegato Aldo Maria Vigevani nel corso della giornata di riapertura del complesso: “Non sarà ovviamente un villaggio turistico come siamo abituati a intenderli – ha spiegato il manager – con i clienti che arrivano e ‘vivono’ all’interno del villaggio. Sarà un’area collegata con Gardaland, in riva al lago, con la quale noi punteremo piuttosto a fare ‘uscire’ dal villaggio i clienti. Ovviamente per portarli più volte nel parco con pacchetti studiati ad hoc”.  Discorso diverso invece per il terzo hotel, dopo quello inaugurato lo scorso anno, per il quale bisognerà attendere più a lungo.

Crescono i visitatori esteri
Vigevani ha inoltre posto l’accento sulla componente straniera dei visitatori, arrivata al 30 per cento del totale degli ingressi; cifra che sale al 45 per cento per quanto riguarda i pernottamenti negli hotel (contro il 10 per cento del 2005). E sta diventando sempre più importante anche la ricaduta occupazionale, in continua crescita anno dopo anno, grazie all’aggiunta di nuove attrazioni e all’aumento del ricettivo: “Quest’anno a pieno regime – ha spiegato l’a. d. – avremo 1.550 addetti, mentre ora in bassa stagione partiamo con 900 persone”.

Intanto, per quanto riguarda le novità del 2017, Gardaland guarda alla realtà virtuale con la montagna russa Shaman. Una new entry protagonista in negativo nella giornata inaugurale (“Il fornitore non ha rispettato i tempi” ha spiegato con imbarazzo Vigevani nel corso della conferenza stampa), funestata anche dall’incidente tecnico all’impianto elettrico, che ha determinato un intervento di emergenza sull’attrazione Sequoia e lo stop alle varie ‘giostre’ per circa un’ora. Poi il 2017 di Gardaland ha definitivamente preso il via.

 

Fonte: TTG Italia

Gardaland ha avvisato tutti i suoi utenti attraverso Facebook e il proprio sito Internet che Shaman, novità 2017, non sarà disponibile a causa di problemi tecnici legati alla realtà virtuale.

Il Coaster sarà comunque utilizzabile ma senza i visori. I Visitatori potranno godere comunque degli elementi scenografici reali posizionati nell’area di Magic Mountain, come il grande acchiappa sogni.

Non appena il problema sarà risolto verrà comunicato sia attraverso il sito, sia nella pagina Facebook e anche nel nostro sito. Se il problema verrà risolto entro sabato ovviamente i visitatori potranno provare l’esperienza virtuale anche dal primo giorno, ma allo stato attuale e proprio con questo comunicato le speranze sono assai poche.

[UPDATE]Trovato online da GardalandTribe.com lo spot tv di Gardaland 2017 – Shaman da 30″ con un giorno d’anticipo. 

GARDALAND DA DOMANI IN ONDA PER SHAMAN. BUDGET A +5% RISPETTO AL 2016

Frame dello spot Gardaland 2017 – Shaman

Aprirà i battenti sabato 8 aprile la nuova stagione di Gardaland, il parco nei pressi del Lago di Garda del gruppo MerlinEntertainments.

La novità del 2017 è Shaman, la montagna russa con la realtà virtuale che accompagna gli ospiti del parco in un viaggio emozionante attraverso il misterioso mondo degli spiriti dove verranno in contatto con leggendari spiriti guardiani, uno spirito malvagio e con lo sciamano stesso.

Il lancio della nuova attrazione è firmato da Tbwa\Manchester, agenzia di riferimento del parco dal 2013, che  ha lavorato allo spot televisivo di 30”, dal titolo ‘Scopri il tuo spirito d’avventura’ assieme al regista italiano Dario Piana per sfidare gli spettatori a scoprire il loro spirito d’avventura.

Luca Marigo
Sales and Marketing Director

Luca Marigo, direttore sales & marketing di Gardaland, spiega a Today Pubblicità Italia: “Lo spot, nei tagli da 30” e 15”, sarà in onda dal 5 al 22 aprile per coprire l’apertura, i giorni di Pasqua e lanciare il ponte del 25 aprile. Successivamente saremo on air con un secondo flight a metà giugno per tre settimane, per la partenza dell’alta stagione”.

La pianificazione, a cura di Mediacom, coinvolgerà diverse emittenti generaliste a partire da Mediaset, poi canali di Sky, Vimni e Discovery.

“La tv assorbe il 60-65% del nostro budget  – prosegue Marigo – per il resto comunichiamo attraverso il digital, in particolare nella fase di prelancio, poi su outdoor e radio in particolare a livello locale”.

Nel complesso, nel 2017 il budget per la comunicazione del parco avrà un incremento del 5% circa rispetto ai 2,5 milioni del 2016.

“Il lancio di questa attrazione è molto significativo – conclude Marigo- perché si rivolge ad entrambi i nostri target di riferimento: quello dei giovani 15-25 enni in cerca di adrenalina e quello delle famiglie, che rappresenta circa i due terzi del nostro pubblico”.

Fergus McCallum, ceo di Tbwa\Manchester ha commentato: “È bellissimo poter lavorare con un brand internazionale quale Merlin Entertainments, saremo dunque entusiasti di poter continuare in futuro questa forte partnership con Gardaland con ulteriori campagne”.

Con la direzione creativa esecutiva di Gary Fawcett & Lisa Nichols hanno lavorato l’art Laura Wood e il copy Rickie Marsden. La regia è di Dario Piana per la casa di produzione Happy Means Content.


FONTE:pubblicitaitalia.it

ARTICOLO DI Laura Buraschi