Padiglione Barbie

1994, per la prima volta Gardaland realizza un attrazione “pubblicitaria”. Grazie ad un accordo con la Mattel, Gardaland realizza il Padiglione Barbie, una tensostruttura rosa con all’interno numerose scene statiche e animate con protagonista la famosa Bambola americana.

Tale attrazione fu sostituita da il Torneo Medioevale e fu realizzata interamente da Claudio Mazzoli, art director del parco. L’ingresso a questa attrazione era a pagamento ed il prezzo era di 3.000 Lire.

All’interno erano presenti centinaia di Barbie e Ken in svariati contesti e con abiti che andavano dai classici sino ai più costosi e rari. Il Padiglione Barbie è rimasto nel parco per un paio di anni poi è stato tolto per lasciare spazio al Torneo Medioevale, mentre la tensostruttura fu ricolorata di verde e spostata nella nuova area inaugurata nel 1998 diventando il Convention Center. Uno sfondo ad una scena del padiglione Barbie, invece è stato portato ed è tuttora presente come sfondo fotografico al negozio “Foto d’Epoca” nel villaggio inglese.

Durante quel periodo la Mattel lanciò nel mercato una nuova Barbie: Barbie Gardaland, creata appositamente per il parco.