Spot: Magic House

Lo spot di Magic House, “originariamente Mad House”, è stato realizzato con le consuete tecniche della computer grafica e riprese di attori su blue screen.
Gli attori, per simulare l’effetto del volo e l’assenza di gravità, sono stati sospesi con dei cavi di fronte al Blue Screen, permettendo loro di fluttuare nello studio, compiendo anche qualche evoluzione.
Per la prima volta, al termine dello spot, viene inserito uno slogan vocale di grande successo, utilizzato per molti anni nelle varie pubblicità di diverse attrazioni. Lo slogan era: “Al cinema? No a Gardaland”.

La Casa del mago che viene presentata nello spot, è stata ricreata come modellino e poi posizionata su una piattaforma girevole e blue screen per simulare l’effetto rotatorio della casa.