Tra le novità che Gardaland sta preparando per la nuova stagione ci sarà anche il rinnovamento di quella che, da sempre, è l’attrazione iconica del parco divertimenti, “I Corsari”.

Aperta al pubblico nel 1992, l’attrazione “I Corsari” rappresentò l’opera più imponente mai realizzata fino a quel momento in un Parco Divertimenti italiano. La sua realizzazione vide il coinvolgimento di ben trenta aziende – italiane e americane, oltre tre anni di lavoro, un investimento di ben 60 miliardi di lire!

Per la stagione 2018 Gardaland ha deciso di dare a questa attrazione “simbolo” una storia totalmente nuova dal titolo “I Corsari: La vendetta del fantasma”. Attraverso l’impiego del video-mapping 3D, una particolare tecnica digitale di proiezione, la nuova storia sarà in grado di stupire e coinvolgere il pubblico arricchendone la percezione sensoriale con risultati davvero spettacolari.

Si riuscirà a sfuggire alla vendetta del fantasma nell’ultimo misterioso Regno dei Corsari? Gli Ospiti inizieranno un viaggio nei mari in tempesta inseguiti dal vascello del fantasma dei Corsari. Già a partire dall’area d’imbarco saranno introdotti al viaggio dalla voce di un fantasma che li accompagnerà lungo tutto il percorso per sfidare le oscure insidie di un misterioso rifugio, pieno di imprevisti, segreti e misteri.

Grazie alla innovativa tecnologia in 3D, si avrà la sensazione di vivere in prima persona l’avventura assistendo a duelli, attraversando mondi sotterranei popolati da creature soprannaturali, villaggi e galeoni abbandonati. Ci si troverà immersi in un inquietante percorso con immagini di spettrali figure imprigionate nelle solide pareti di un tunnel, fino ad arrivare in un’intricata foresta e all’incontro con il fantasma del pirata, un gigantesco incrocio tra un mostro marino e una creatura dell’aldilà. In un’atmosfera soprannaturale il rider vivrà un terribile assalto e una battaglia, tra paludi e giganteschi serpenti, tempeste e palle di cannone fino a che si raggiungerà un tunnel, l’unica via di fuga che assicurerà un “lieto fine” all’indimenticabile quanto straordinaria avventura caraibica.

La tecnologia multimediale utilizzata è una tecnica di proiezione nata con l’intento di trasformare qualsiasi tipo di superficie in un display dinamico; attraverso combinazioni di luci proiettate sulla superficie di un oggetto è possibile creare effetti scenici, animazioni e immagini con il risultato finale di una scena in 3D.

Grazie all’impiego del video mapping nell’iconica dark ride di Gardaland, gli Ospiti potranno sentirsi davvero protagonisti di un viaggio sorprendente nel mondo misterioso dei Corsari.

Lungo il percorso, le ambientazioni saranno rivisitate e arricchite grazie all’utilizzo della tecnologia 3D, in grado di rendere ancora più realistiche le scenografie: dal galeone abbandonato al villaggio fantasma, dalle spettrali segrete all’ostile foresta fino all’incontro con il temibile mostro marino; dalla battaglia finale al naufragio e alla mirabolante fuga verso la libertà.

L’elevata qualità delle immagini proiettate è resa possibile dalla tecnologia a LED a stato solido dei proiettori: per questa ragione la luce proiettata è estremamente potente e precisa con effetti incredibili. Grande innovazione anche dal punto di vista del sonoro: oltre all’aggiunta di nuovi contenuti, la sostituzione di tutti i diffusori e la presenza di oltre 100 casse audio consentiranno un maggiore coinvolgimento multisensoriale.

Ogni area avrà inoltre un’ambientazione completamente immersiva, con particolare attenzione alla voce del fantasma. Per una produzione di tale rilevanza è stato necessario scegliere una voce di livello, quella di un attore-doppiatore tra i più noti e “talentuosi” del panorama nazionale – Pietro Ubaldi – che, per il mondo delle avventure sui mari, è considerato un “veterano” consolidato essendo la voce italiana di Capitan Barbossa, uno dei protagonisti della saga de “Pirati dei Caraibi”.