Iniziata la stagione 2017 dopo il successo di quella 2016, Gardaland guarda al futuro, e se una delle novità per il 2018 sarà la collaborazione con Il Vittoriale per portare una piccola mostra permanente dedicata a Gabriele D’Annunzio all’interno del parco, per il 2019 è previsto un Villaggio Turistico sulle rive del Lago adiacente al parco divertimenti. Non si sanno ancora i dettagli o come sarà realizzato ma dalle poche parole dell’amministratore delegato Aldo Maria Vigevani crediamo possa essere una sorta di Disney Village o, in questo caso di Gardaland Village.

In futuro, anche se non per il 2019, è previsto anche un terzo Hotel, ma bisognerà aspettare un pò più a lungo.

Ecco un interessante articolo legato al recente successo del parco, del suo futuro e dell’aumento dei visitatori e i mercati che cerca di attrarre.

 

Archiviato il 2016 con un incremento del 3 per cento negli arrivi (oltre 3 milioni in totale), Gardaland dà il via al suo 42esimo anno di attività con alcune novità di prodotto e una promessa: l’apertura, nel 2019, del primo villaggio turistico collegato con il parco.

L’annuncio è stato dato dall’amministratore delegato Aldo Maria Vigevani nel corso della giornata di riapertura del complesso: “Non sarà ovviamente un villaggio turistico come siamo abituati a intenderli – ha spiegato il manager – con i clienti che arrivano e ‘vivono’ all’interno del villaggio. Sarà un’area collegata con Gardaland, in riva al lago, con la quale noi punteremo piuttosto a fare ‘uscire’ dal villaggio i clienti. Ovviamente per portarli più volte nel parco con pacchetti studiati ad hoc”.  Discorso diverso invece per il terzo hotel, dopo quello inaugurato lo scorso anno, per il quale bisognerà attendere più a lungo.

Crescono i visitatori esteri
Vigevani ha inoltre posto l’accento sulla componente straniera dei visitatori, arrivata al 30 per cento del totale degli ingressi; cifra che sale al 45 per cento per quanto riguarda i pernottamenti negli hotel (contro il 10 per cento del 2005). E sta diventando sempre più importante anche la ricaduta occupazionale, in continua crescita anno dopo anno, grazie all’aggiunta di nuove attrazioni e all’aumento del ricettivo: “Quest’anno a pieno regime – ha spiegato l’a. d. – avremo 1.550 addetti, mentre ora in bassa stagione partiamo con 900 persone”.

Intanto, per quanto riguarda le novità del 2017, Gardaland guarda alla realtà virtuale con la montagna russa Shaman. Una new entry protagonista in negativo nella giornata inaugurale (“Il fornitore non ha rispettato i tempi” ha spiegato con imbarazzo Vigevani nel corso della conferenza stampa), funestata anche dall’incidente tecnico all’impianto elettrico, che ha determinato un intervento di emergenza sull’attrazione Sequoia e lo stop alle varie ‘giostre’ per circa un’ora. Poi il 2017 di Gardaland ha definitivamente preso il via.

 

Fonte: TTG Italia

CATALOGHI

Dopo la pubblicazione del catalogo scuole, incoming Gardaland oggi pubblica i pdf dei cataloghi individuale, gruppi e versione riunita inglese.

Nuova grafica, copertine accattivanti e uso aumentato delle mascotte. L’uso del bianco e di colori rende i cataloghi leggibili, professionali e meno cupi, mantenendo leggibilità e trasmettendo le atmosfere delle attrazione del parco!

I cataloghi informano sul resort e sulle attività ad esso collegato, esponendo indicazioni per escursioni, hotel alternativi a quello del parco e tutto ciò che lega Gardaland Resort al mondo del turismo soprattutto gardesano.

Clicca qui per scaricare i cataloghi.

Ben fatto! 😀

}