Rio Bravo è la città western di Gardaland, è ancora presente al parco ma nel corso degli anni ha subìto numerosi cambiamenti. All’inizio c’era un minor numero di negozi ed erano presenti anche carovane e mangiatoie per cavalli. I negozi erano più semplici e rudimentali e il pavimento era cemento e sabbia. L’intero villaggio terminava poco oltre il ponte del TransGardaland Express con la Pizzeria Saloon Rio Bravo, distrutta in un incendio e ricostruita negli anni ’90 ora chiamata solamente Pizzeria Saloon.

Era presente anche un piccolo villaggio indiano con tende, totem e alberi con attaccati finti teschi. Anche Canyons era differente, all’inizio il percorso veniva svolto in sella a due meravigliosi cavalli e successivamente fu creato il sistema a vagoni e lungo il percorso erano presenti anche finte rotaie minerarie e vecchi carrelli colmi di carbone. Una delle “attrazioni” di Rio Bravo era il Vecchio Mulino, situato nel boschetto adiacente al villaggio, era una vera e propria meta di turisti che si soffermavano ad osservarlo in movimento. Il mulino è tutt’ora presente nel parco anche se poche persone sanno della sua presenza.

Venivano svolte anche delle messe nella chiesetta posta di fronte a Canyons, ogni sabato alle ore 16.00, e un prete si prendeva cura di questa struttura. La chiesetta di Rio Bravo è una vera Chiesa e c’è l’indicazione anche all’ingresso di essa. All’interno si può pregare.

A finire nel “cimitero” degli elementi eliminati dal parco è stato proprio il “Cimitero di Rio Bravo”. Posizionato subito dietro la chiesetta, che ricordiamo è una vera chiesa consacrata e dove chi vuole può pregare, questo elemento scenografico è sempre stato apprezzato dai visitatori e nel corso degli anni ha avuto anche diversi cambiamenti e aggiunte, l’ultima risalente al 2014 con l’aggiunta di un “Becchino”. Nel 2015 fu tolto per lasciare spazio a tavoli e panchine per la sosta e il pic-nic dei visitatori.

A Rio Bravo sin dall’anno della sua creazione è stata presente una vera e propria stalla con all’interno alcuni cavalli utilizzati per gli show e per un attrazione. I cavalli qui presenti erano una delle attrattive del parco. Nei primi anni di apertura di Gardaland, al posto di Canyon si effettuava un giro su un percorso leggermente tematizzato in sella ad un cavallo. Nei momenti di pausa i cavalli riposavano e venivano accuditi in questa stalla. Con l’arrivo di Canyons però la stalla perse molta della sua utilità.

I cavalli, presenti in alcuni momenti della giornata nella stalla, ogni tanto prendevano parte al Torneo Medioevale oppure, nelle giornate poco affollate, ad alcune passeggiate lungo Rio Bravo.

In inverno però la stalla rimaneva vuota e da quando Gardaland ha effettuato l’apertura natalizia, la stalla veniva utilizzata solo come struttura puramente scenografica con elementi natalizi.

Nel 2006 l’edificio adibito a stalla è stato utilizzato per la realizzazione di un “Punto Foto” chiamato Foto El Paso, in stile western con la riproduzione di un angolo “Saloon” con bancone del bar con boccali di birra, scaffale di alcolici, tavolino con carte da gioco, un angolo “Prigione” con cella del detenuto, scrivania dello sceriffo, manette ecc…

Comments are closed.