Il mito del continente perduto di Atlantide rivive a Gardaland. Una grande attrazione acquatica con due grandi discese tra le acque di Atlantide. Tra misteriose sculture, rovine, volti enigmatici e mistici guerrieri affronta l’ira di un enorme Nettuno alto più di 13 m!

Tipo di AttrazioneSupersplash SpillwaterAnno di Apertura2003
Ditta costruttriceIntaminEtà minima 
Altezza minima120 cmAltezza massina190 cm
Durata8 minutiCapacità oraria1800
Apertura InvernaleNoN° passeggeri per giro20
Lunghezza percorso700 mtCosto15.000.00€
Estensione Area10.000mqN°Discese2
Altezza Discese16 e 19mtAtlezza Statua Nettuno13 mt
N° Barche10Mesi di costruzione8

L’Atlantide creata da Claudio Mazzoli mixa varie civiltà e dettagli del mito in modo davvero affascinante! Rovine di templi con colonne che richiamano l’arte egizia si uniscono a statue di uomini-pesce e delfini. Grandi volti di pietra degli antichi re del continente campeggiano in varie parti della grande attrazione. Due sono i grandi personaggi presenti : un grande nettuno alto circa 13m e un grande mostro marino che sbuca dalle acque dinnanzi alla seconda parte del percorso. Con queste poche parole non si riesce a descrivere la manificenza di Fuga da Atlantide!

E’ presente una grotta con nebbia. Di sera l’attrazione è illuminata con numerosi faretti colorati.

IN ATTESA DELLA PROSSIMA STAGIONE

Classica serpentina che si snoda davanti alla stazione di partenza con alcune palme lungo il percorso dove d’estate viene rilasciata acqua vaporizzata per rinfrescare i visitatori in attesa.

Imbarcazioni di 20 posti l’una

Risitemazioni varie annuali di alcuni elementi come il grande Nettuno e nel 2014 l’attrazione ha subito una sistemazione maggiore con pulizia parti scenografiche con muschio, ricolorazioni parti “metalliche”, ricolorazione e sistemazione finta sabbia e grosse conchiglie e implementazione di colonne e teli per copertura coda.

La leggenda di Atlantide: gli dei greci si spartirono le terre.Anettuno fu data Atlantide!l’isola era prospera e li regnava uno stato ideale perfetto.In una notte l’ira di nettuno si scatenò sull’isola e l’isola sprofondò rendendo impossibile la navigazione oltre le colonne d’Ercole dove essa si trovava.La leggenda resta e molti cercano l’isola sottomarina ,cercando un mondo magico e misterioso!All’apertura, e per tutto il 2003 , le rotaie dell’attrazione avevano un colore azzurro che stonava col resto del percorso e della scenografia.Neppure Mazzoli, art director del parco e creatore dell’attrazione, aveva autorizzato gli addetti ai lavori , ad usare quel colore.Dal 2004 i binari presentano un nuovo colore più adatto alla scenografia, ovvero un grigio-verde simile a quello di certi particolari della scenografia!

Comments are closed.